Un trasloco economico? È questione di organizzazione e alleati giusti

C’è un modo per rendere il trasloco economico? È un dubbio legittimo quando ci si trova a cambiare casa (ma anche a cambiare ufficio, a spostare la propria attività commerciale da un locale all’altro, eccetera), anche e soprattutto in considerazione del fatto che le spese da affrontare in una situazione come questa non sono solo quelle legate al trasferimento. Ci possono essere costi connessi alla registrazione di un contratto d’affitto o all’allaccio delle utenze, per esempio, ed è assolutamente normale per questo voler risparmiare dove è possibile.

Perché dovresti organizzare al meglio il tuo trasloco e affidarti a una ditta se vuoi risparmiare

La prima cosa da fare per assicurarsi un trasloco economico così, sembra banale da dire, è programmarlo dettagliatamente. Quasi sempre, infatti, ciò che comporta spese impreviste (e consistenti!) sono gli incidenti di percorso. Se non si è fatto i conti con il fatto che le scale del nuovo appartamento sono troppo strette e ripide per trasportare da soli i mobili più ingombranti, per esempio, ci si potrebbe trovare a cercare in tutta fretta un montacarichi o una ditta che si occupi anche di montaggio e smontaggio di arredamento e ciò potrebbe rivelarsi tutto tranne che economico. Anche dover dormire qualche notte in un b&b perché il vecchio contratto è scaduto ma non si può ancora entrare nella nuova casa (dove ci sono ancora i vecchi inquilini o i lavori di ristrutturazione non sono ancora terminati, eccetera) può far lievitare i costi di un trasloco e, anche in questo caso, un po’ di organizzazione sarebbe bastato a evitarlo.

Attenzione, invece, al falso mito che traslocare da soli o con l’aiuto di amici, familiari, coinquilini sia il modo più economico per affrontare un trasferimento. Se è vero infatti che c’è una voce, quella del costo della ditta di traslochi, che viene a mancare subito tra le spese, è vero anche che ci sono (tanti) altri costi collaterali da considerare: quanti giorni liberi da lavoro si dovranno prendere per poter seguire personalmente il trasloco? quanti impegni personali rimandare? e quanta fatica costerà, soprattutto se non si hanno solo oggetti personali da trasferire dalla vecchia casa alla nuova ma anche mobili? Facendo un bilancio più attento ci si potrebbe rendere conto, insomma, che il trasloco più economico è quello affidato a una ditta, specie in occasioni particolari come quando si ha bisogno di effettuare un trasloco veloce o un trasloco nazionale e tra due città diverse. Certo, non tutti i professionisti e le ditte di trasloco offrono condizioni simili: molte imprese di questo tipo hanno tariffe elevate, soprattutto quando offrono formule come il trasloco tutto incluso o il trasloco chiavi in mano che, di fatto, sollevano il cliente persino dalla necessità di preparare pacchi e scatoloni. Traslochi Roma Easy invece è più che competitiva e, più in generale, la maggior parte delle ditte di questo tipo offrono la possibilità di personalizzare il servizio perché sia davvero adatto alle proprie esigenze…anche di portafoglio! Dopo una prima consulenza, chiedere un preventivo – in qualche caso lo si può fare direttamente online e lo stesso non costituisce un impegno – è un ottimo modo, uno dei più sicuri, per evitare brutte sorprese al momento di pagare.